5 segreti per un’alimentazione al top

5 Ottobre 2021

L’uomo è ciò che mangia.

Partendo proprio da questa semplice e intrigante affermazione del grande filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, viene spontaneo fermarci e pensare al vero significato che vi si nasconde dietro.
Per ciò che ci riguarda, è indubbio che una giusta alimentazione costituisca il presupposto per una vita sana. Vi è di più: mangiare il cibo giusto è più importante che allenarsi, sebbene si trattino di attività complementari (a cui si affianca, quale terzo e ultimo, il riposo). 

Oggi, pertanto, parlerò dei miei migliori consigli per mangiare cibi sani e gustosi.

Partiamo dalle basi. Il principio è il seguente: rispetta te stesso e adattati a un nuovo stile di vita sano.​

Bere molto acqua: almeno 8 bicchieri al giorno. L’assunzione di acqua varia da persona a persona. Se vuoi determinare la quantità esatta che dovresti bere in base al peso corporeo, puoi seguire la seguente formula: 30 ml x kg di peso corporeo = ml al giorno. OK, ovviamente però lascia che la sete guidi l’assunzione. Ricorda che l’acqua aiuta anche nella perdita di peso ed è un fattore da non trascurare per una corretta alimentazione.

​Mangia 6 volte al giorno (3 pasti principali + 3 spuntini salutari), invece di 3 pasti abbondanti. Accelererà il tuo metabolismo, il che ti aiuterà a perdere peso. Personalmente per questioni di tempo non rispetto sempre questa regola. Tutto dipende quindi dal tuo stile di vita e dalla tua routine.
Soprattutto negli ultimi anni molti optano per il cd. digiuno a intermittezza. Consiste – come puoi immaginare -nel digiunare per 16 ore, mangiando poi nelle rimanenti 8, e saltando così la colazione o la cena. Le porzioni devono essere ricche di cibi salutari e mai abbondanti. Tuttavia, è consigliato seguire il regime del 16/8 per 2, 3 o massimo 5 giorni.

​Stai lontano dallo zucchero bianco. Non solo provoca aumento di peso, ma molti altri problemi di salute. Se mi conosci sai già che per me è una “droga” legalizzata che crea dipendenza. Non a caso da molti è definitiva un veleno oscuro. In alternativa c’è lo zucchero di canna grezzo, lo sciroppo d’acero (65% saccarosio) o il miele naturale.

​Dormi 6-8 ore al giorno. Rispetta questo range il più possibile: non di meno, ma neanche di più.
Il nostro cervello attraversa diversi cicli di sonno da 90 minuti. Ciò significa che se ti svegli verso la fine di un ciclo, seguendo il metodo dei 90 minuti, ti sveglierai rinfrancato e riposato perché si è più vicini allo stato di dormiveglia. Non ci credi? Ti è mai capitato di riposare qualche minuto o di dormire un’intera giornata? Ecco! Dubito sia stato un bel risveglio.

Sembra difficile? Assolutamente no! La cosa da fare è molto semplice.
Per massimizzare la probabilità di svegliarci alla fine di un ciclo, bisogna stabilire l’ora in cui andare a dormire.

Faccio un esempio. Se solitamente hai la sveglia alle 7.00, per avere il tempo di prepararti ed andare poi al lavoro/scuola, cronometra all’indietro segmenti temporali di 90 minuti partendo appunto dalle 7.00:
07:00 ➝ 05:30 ➝ 04:00 ➝ 02:30 ➝ 01:00 ➝ 23:3022:00
Per svegliarti bene dovresti quindi andare a dormire alle 23:30 o alle 22:00, così dormirai per 9 oppure 7 ore e mezza.

Applicherai ovviamente lo stesso trucchetto nel caso dovessi dormire anche solo 6 ore per i più svariati motivi.

Mangia questi cibi sani. Il riferimento è alla cd. ​ABS DIETA POWER (dalla nomenclatura degli stessi in lingua anglosassone).

A  – mandorle e altra frutta a guscio 
 – fagioli e legumi 
S  – spinaci e altre verdure a foglia 
 – latticini
 – farina d’avena istantanea
 – uova
 – tacchino e altra carne magra 
 – burro di arachidi
 – olio d’oliva
 – integrale/cereali integrali (pane, pasta, ecc.)
 – polvere extra di proteine ​​del siero di latte (se ti alleni e hai deciso di integrare)
➝ Trovi sul mercato diversi prodotti. Se cerchi un ottimo prodotto, ad alta digeribilità e Made in Italy, orientatati sulla NET VB WHEY 104 9.8: le trovi qui su Amazon.
 – lamponi e altra frutta

Questa è la mia personalissima guida alimentare, ispirata e spiegata da numerose riviste scientifiche che per molti anni ho approfondito teoricamente e praticamente. 
Ritengo che sia più lungimirante e fruttuoso acquisire un metodo effettivamente utile e più salutare di consumare il cibo quotidiano rispetto alle diete veloci. Quest’ultime, infatti, possono funzionare (apparentemente) per un breve periodo: le persone – di solito – riprenderanno tutto il peso perso.

Suona facile ma non lo è. Eppure il termine dieta, dal greco dìaita = regime, stile, tenore di vita, ha lo stesso significato di alimentazione corretta, sana ed equilibrata. Sarà un caso? Io non credo!

    Leave a comment

Instagram error.